Quando beviamo il  caffè spesso trascuriamo un dettaglio molto importante: la scelta della tazzina.
Per godere appieno dell’aroma e del sapore del caffè espresso, infatti, la tazzina deve possedere determinate caratteristiche: nulla può essere lasciato al caso, dal colore alla forma.


Forma

La tazzina deve avere una forma tronco-conica, ideale per il mantenimento della compattezza della crema. Nello specifico deve essere arrotondata internamente, soprattutto nel fondo: la forma “a uovo” di quest’ultimo, senza spigoli e angoli, evita la rottura della crema e facilita il movimento del cucchiaino durante l’atto del mescolare.
Il bordo su cui si poggiano le labbra deve essere sottile, per offrire una sensazione piacevole di finezza e per gustare la crema al meglio.
La parte inferiore della tazzina, invece, deve essere più spessa, per poter avere la giusta temperatura del caffè, lasciandola scendere lievemente all’inizio e mantenendola stabile durante la degustazione.
Infine il manico deve garantire una presa comoda e gradevole, con due dita: il dito medio non deve toccare il corpo della tazzina, che raggiunge temperature molto elevate (40-50°C).

Colore

Anche il colore della tazzina influisce sulla degustazione dell’espresso.
L’interno della tazzina deve essere di un bianco lucido e brillante: il bianco infatti crea un forte contrasto cromatico con il colore del caffè, e ciò permette di esaltare le diverse sfumature della crema in superficie e ne facilita la valutazione.
Per tutti questi motivi vanno assolutamente evitate tazzine dal colore interno scuro.
Il materiale ideale, che possiede tutte le sopracitate proprietà, compreso il colore bianco, è la porcellana dura feldspatica.
Questo particolare tipo di ceramica viene cotta ad una temperatura di circa 1400°C e conserva tutte le sue proprietà organolettiche anche a contatto con liquidi molto caldi.

Temperatura

Ultimo aspetto da tenere in considerazione, ma non per questo meno importante, è la temperatura della tazzina nel momento dell’erogazione del caffè espresso.
La tazzina infatti deve essere asciutta e calda, a una temperatura di circa 40°C: in questo modo la compattezza, la temperatura e il colore del caffè si manterranno inalterate più a lungo, permettendo una corretta degustazione.

Materiale

La tazzina da caffè perfetta deve essere fatta di un materiale che garantisca resistenza all’usura e massima igienicità e che conservi a lungo il suo aspetto brillante. Inoltre deve garantire un’ottima conduzione termica e il mantenimento del calore, per conservare il caffè alla giusta temperatura.


La tazzina da caffè perfetta, quindi, è bianca, in porcellana, con fondo curvo, dal giusto spessore e con un manico facilmente impugnabile.
In aggiunta deve essere appoggiata su un piattino stabile e sufficientemente grande da contenere tazzina e cucchiaino.